SCUOLA RUDOLF STEINER - Milano


 

Progettisti: Arch.tti Valeria Armani & Lorenzo Bonini

Nascita del progetto.
L’esigenza era trovare spazi di ampliamento del plesso scolastico per fare fronte alle richieste di iscrizione di nuovi studenti e, nel contempo, dare agli attuali fruitori della scuola una qualità abitativa migliore. Da indagini preliminari eseguite sul territorio, l’acquisizione di edifici o di aree per realizzare nuovi plessi scolastici si è dimostrata inefficace, con tempistiche molto lunghe, esiti incerti e con costi molto elevati. L’alternativa perseguibile era dunque quella di ampliare sull’esistente.

Verificata la fattibilità urbanistica (l’edificio insiste su area classificata SC) si è preso in esame il plesso sia dal punto di vista morfologico - tipologico che strutturale.

L’intervento proposto agisce sul corpo di fabbrica a pianta quadrata e interessa la sopraelevazione di questi, che attualmente ha una copertura a terrazzo.
Si è partiti con lo studio in pianta della distribuzione degli spazi, si sono progettate sei aule, di cui una molto grande atta eventualmente anche a laboratorio, un blocco servizi, adeguato alle nuove normative igienico sanitarie, un atrio centrale dal quale si diparte una scala in ferro che conduce ad un soppalco destinato a ripostiglio.
Altri interventi si sono resi necessari ai piani inferiori, in particolare l’adeguamento dei bagni, il nuovo collocamento dell’ufficio di presidenza limitrofo alla segreteria didattica e la trasformazione della serra in laboratorio con l’ampliamento della stessa.

L’elemento caratterizzante del progetto è dato dalla nuova copertura, realizzata con un tetto di tipo tradizionale in legno lamellare a pianta quadrata, quattro spioventi e rivestimento in lastre di rame; dalla sua sommità si innalza una piramide, sempre a base quadrata, con struttura portante in ferro e tamponata in vetro stratificato antisfondamento, avente la funzione di pozzo di luce naturale da riversare nella parte centrale dell’edificio. Le aule sottostanti sono adiacenti alla copertura, che è prevista coibentata con pannelli tipo Isotec. L’ampliamento di questa parte del plesso scolastico, nasce dallo studio geometrico di un modulo, che è il quadrato, e dalle sue diagonali; questo è facilmente ravvisabile nella pianta della nuova copertura, ma anche le facciate sono di forma quadrata e originano un volume cubico quasi perfetto.
La scelta dei materiali per la nuova realizzazione è data da più motivazioni: innanzi tutto in quanto leggeri e flessibili, resistenti nel tempo e con una connotazione naturale che ben si addice all’impostazione pedagogica della scuola.

Copyright © 2012 abstudioarchitettura.it - All Rights Reserved. Designed by AB Studio - Web Design Dpt.